CATALOGHI:
La storia di italiani come noi
La storia di italiani come noi

Oggi raccogliamo il racconto di alcuni colleghi di un azienda del Torinese: la Facet.

Azienda storica nel settore della sensoristica, di proprietà della Famiglia Andriano che sviluppa e produce in Italia dal 1946 e che si trova oggi ad affrontare come tante altre aziende italiane,  la critica situazione generata dalla pandemia del Covid 19.

“Il primo pensiero qualche settimana fà è andato alla protezione dei nostri dipendenti” ci dice Mauro Andriano, Direttore delle Operation in Facet. “Abbiamo rivisto e  modificato i lay out delle nostre linee produttive per garantire la distanza fra i nostri operai, creato dei modelli di turnazione che permettono di avere capacità produttiva con tempi dilazionati riducendo il numero delle risorse per turno. Abbiamo intensificato il servizio di sanificazione dei nostri reparti e dei nostri uffici, fornito i disinfettanti ai nostri dipendenti. Il nostro pensiero di tutela e aiuto,  ha guardato oltre e abbiamo pensato alle famiglie con i figli a casa e alla necessità di ridurre il numero dei contatti fra colleghi. In pochi giorni abbiamo creato un sistema di collegamento costante via web, dotato di strumenti di lavoro in grado di rendere efficace lo smart working.”

“La reattività dei nostri team è stata straordinaria” ci dice ancora Daniele Andriano Direttore della Ricerca e Sviluppo, “ in pochissimo tempo tutte le persone, si sono organizzate, aiutate e rese autonome per continuare il lavoro con gli stessi ritmi anche da casa”.

Lo stabilimento Facet e il centro logistico continuano a lavorare, con attenzione per la salute, rispettando le regole di comportamento, ma non cessando mai di pensare con responsabilità alla tutela economica dell’azienda e delle famiglie dei propri dipendenti.  

Chiediamo un ultimo pensiero per questo periodo e ci risponde con una breve frase Carla Anna Zucca Direttore Sales and Marketing “ Stiamo vivendo un momento difficile, ma noi siamo italiani, nelle avversità sappiamo dare il meglio, mettendoci tutti noi stessi, e con unità e umanità dimostriamo il nostro grande spirito”.